A tutte le mamme di figli perduti

Presto sarà Pasqua, per tutte le famiglie significa festa e gioia dello stare insieme.

Per alcune mamme non sarà così! Ci sarà il pranzo, la colomba, le uova di cioccolato… tutto a posto, tutto perfetto. No, non c’è niente di perfetto. C’è quell’angoscia sottile, quel dolore continuo e persistente, quel pensiero fisso che si cerca in tutti i modi di scacciare. ma che resta lì, nel cervello e nel cuore.

Quel nostro figlio che come al solito non si sa dov’è, a che ora tornerà stanotte e se tornerà. La speranza è che poliziotti o carabinieri l’abbiano fermato, chissà, ubriaco in qualche locale, in mezzo a una rissa, oppure strafatto buttato da qualche parte. Non si può pensare che stia guidando o magari incontrando qualcuno che potrebbe fargli davvero tanto male.

E mentre sorridi in questo clima di festa, mentre saluti e ricambi gli auguri, mentre fai finta che non accada nulla, intanto muori dentro e ti aggrappi a ogni tipo di speranza, a ogni tipo di preghiera.

Poi arriva anche per te un raggio di sole e pensi che Dio c’è: si chiama Narconon, si chiama Alfiere, si chiama SPERANZA !!!

Gli consegni un figlio alla deriva: tuo figlio, ma che non è più tuo da tanto, troppo tempo, che non è più nemmeno se stesso. Ci credi, non ci credi, speri, non speri, ma un bel giorno potrebbero ridartelo e ritrovi la persona che da tanto tempo ti aveva abbandonato, quell’essere meraviglioso che avevi messo così tanta cura nel crescere.

Ed è proprio come lo avevi cresciuto, anni di dolore spazzati via in pochi mesi, la vita che bussa prepotentemente come solo la vita sa fare e ti dice: è finita, è passata, puoi solo essere felice. E allora questa festa ha davvero senso: ci sarà anche lui e quando mi dirà che mi vuole bene saprò che è la verità.

Hanno ridato la vita non solo a lui, ma anche a me poichè un figlio è la tua stessa vita.

Ora il mio pensiero ora va a quelle mamme di figli perduti. Per quante mamme non c’è una festa? A quelle mamme voglio dire: per favore, CREDETECI !!!

Si dice che chi salva una vita salva il mondo intero. Quanti ne avete salvati? Tanti, eppure ogni giorno siete impegnati a salvarne ancora DIECI, CENTO, MILLE.

Che Dio vi protegga sempre tutti: Staff, Organizzatori, ma soprattutto quei ragazzi che sono appesi a un aquilone e rischiano di cadere da un momento all’altro e voi siete sotto a raccoglierli.

Buona Pasqua a tutte le mamme e Buona Pasqua a voi, ragazzi MERAVIGLIOSI.

Tiziana

AUTORE

Ugo Ferrando

Nel 1974 ha introdotto i metodi di miglioramento sociale di L. Ron Hubbard in Italia e da oltre un quarto di secolo è il portavoce del Narconon Sud Europa.

NARCONON ALFIERE

PREVENZIONE ALLA DROGA E RECUPERO DALLA TOSSICODIPENDENZA