La vita con il Suboxone (non è così bella com’è scritto sulla brochure)

Se sei addentro alla riabilitazione e al recupero dalla dipendenza, hai sentito parlare di Suboxone. È un farmaco sublinguale usato nel trattamento della dipendenza dagli oppioidi. Contiene un oppiaceo più forte dell’eroina che impedisce ad una persona di andare in astinenza. Un eroinomane viene mantenuto alla dose di oppioide del Suboxone, così non deve usare eroina. Oltre all’oppiode buprenorfina, il secondo ingrediente è il naloxone che è incluso per impedire a una persona di cercare di usare questo farmaco per sballare. È un farmaco controverso, sia nelle comunità di riabilitazione dalla droga, sia tra coloro che l’hanno preso.

Abbiamo recentemente pubblicato un articolo sul Suboxone che ha suscitato un grande dibattito, in merito anche al metadone, alla dipendenza e al recupero. Quando questo articolo è stato pubblicato su Facebook, è stato condiviso quasi duemila volte e ha ricevuto quasi mille commenti.

Le aziende farmaceutiche, ovviamente, dipingono un’immagine positiva del trattamento con il Suboxone. Se vai da un medico per farti prescrivere questo farmaco, lui potrebbe non sapere più di quanto gli hanno detto i rappresentanti farmaceutici. Qui di seguito alcune delle osservazioni che i commentatori di Facebook hanno scritto sull’uso del Suboxone (abbiamo omesso i loro nomi per proteggere la privacy).

Adesso sto cercando di smettere col Suboxone. La depressione è orribile. Mi fa schifo questa m****. Smettere con qualsiasi altro farmaco è stato abbastanza facile. Non sono mai stato su eroina, solo oxy e Xanax. Ho cominciato da solo, dopo una dipendenza ventennale. Mi dispiace di aver cominciato col Suboxone“.

Ho provato a smettere col Suboxone, ma è quasi impossibile. Odio essere così e so di essere schiavo di questa sostanza chimica: un oppiaceo. Dopo una settimana di astinenza infernale, ho ceduto e sono tornato sul Suboxone. Non avevo idea di quanto mi facesse male e di quanto fossi dipendente, fino a quando non ho smesso di prenderlo. Mi è stato detto che non mi sentirò meglio per un bel po’ dato che l’astinenza può durare quaranta giorni. Cosa? Quaranta giorni interi! Ti fa sentire come se stessi letteralmente morendo senza il Suboxone“.

L’astinenza peggiore che io abbia mai fatto è venuta col Suboxone e sono stato un tossico per dodici anni… È uno scherzo infame chiamarlo disintossicante, cambia semplicemente una dipendenza con un’altra“.

Ad essere onesti, il Suboxone mi ha rovinato la vita. Il mio medico me l’ha prescritto per quasi sette anni. In quei sette anni, ho avuto una ricaduta almeno una volta all’anno, ma molto probabilmente di più. Sapevo che se non avessi preso il Sub per alcune ore, avrei corso il rischio di farmi della droga. Il Suboxone era una stampella, un riempitivo. Un giorno (l’ultima volta), ho detto di non voler più fare Suboxone o drogarmi! Quindi mi sono disintossicato da tutto. Disintossicarsi dal Suboxone è la cosa PEGGIORE !! Sono entrato e uscito dall’ospedale sei volte in due settimane per flebo e farmaci, come clonidina e rilassanti muscolari, così ho potuto dormire. Per tre settimane e mezza, non mi sono trasferito dal divano di mia madre. Non ho mangiato e dormito a malapena… Per farla breve, il Suboxone è la radice di tutti i mali. Alla fine dovrai disintossicarti da questo e posso dirti in prima persona che non sarà facile”.

Sì, il Suboxone ha i suoi sostenitori. Ci sono alcune persone che pensano che prendere il Suboxone sia l’unica soluzione alle voglie ossessive che provano per gli oppiacei e senza una riabilitazione che li aiuti a riprendersi dal danno causato dalla dipendenza potrebbero avere ragione, a meno che non trovino il programma Narconon.

Come è d’aiuto il programma Narconon

Il programma Narconon aiuta coloro che sono dipendenti da oppioidi o da altre droghe in quattro modi, ognuno dei quali è un’esclusiva per i centri di riabilitazione Narconon.

1. Un’astinenza ben fatta. Il programma di astinenza è individuale ed è determinato dal direttore medico. In alcuni casi, come alte dosi di Suboxone o in altri casi, il direttore medico raccomanderà una disintossicazione medica per scalare in modo sicuro e rapido l’individuo dalle sostanze che prende, in modo che possa iniziare l’astinenza del programma Narconon senza droghe e iniziare il suo percorso verso un futuro veramente libero dalla droga.

Durante l’astinenza del Narconon, viene fornita assistenza 24 ore su 24 per aiutare l’individuo a eliminare tutte le droghe o l’alcol nel modo più rapido e confortevole possibile. Un’integrazione generosa con vitamine e minerali aiuta a calmare molti dei sintomi di astinenza che sono in realtà il risultato di una carenza nutrizionale. Ad esempio, gli spasmi muscolari derivano da una carenza di calcio e magnesio. Ampie dosi di calcio e magnesio, in una forma facilmente assorbita dal corpo, aiutano a ridurre questo disagio. Le procedure speciali, chiamate assistenze, aiutano ad alleviare i dolori e ad orientare una persona verso il nuovo ambiente, riducendo l’ansia. Nessun farmaco sostitutivo viene fornito sul programma Narconon.

2. Disintossicazione tramite la sauna. Quando l’astinenza è completa ed una persona mangia e dorme bene, il passo successivo è una disintossicazione basata sulla sauna. Ogni persona fa esercizio fisico per far circolare meglio il sangue e segue un rigido regime di integrazione alimentare che aiuta il corpo a disintossicarsi in modo più efficiente. Quindi trascorre un certo tempo in sauna, uscendo per fare la doccia e rinfrescarsi, di tanto in tanto. Questo procedimento aiuta la capacità del corpo di raggiungere in profondità i tessuti grassi ed a rimuovere i residui tossici rimasti dopo l’uso di droghe. Sulla base dei cambiamenti vissuti dai nostri ospiti durante questo procedimento, i residui tossici avevano influenzato la loro visione della vita. Una volta che quei residui sono spariti, molte persone dicono che le loro voglie ossessive di droga si sono placate e alcuni dicono che sono addirittura sparite.

3. Recupero dal trauma e dal dolore del passato. La sezione del programma Narconon chiamata oggettivi aiuta una persona a emergere da sconvolgimenti passati, da esperienze negative e dal dolore che potrebbe averla annientata. A poco a poco, la persona riprende il controllo della propria vita, delle azioni e anche dei suoi pensieri. Ciò si traduce in un notevole miglioramento nella sua capacità di prendere decisioni sobrie.

4. Formazione delle abilità per la vita. A questo punto, una persona è più obiettiva e capace di pensare chiaramente. Ora ha bisogno di rinfrescare la sua capacità di affrontare i cambiamenti e le sfide della vita. La componente delle abilità per la vita del programma Narconon insegna a una persona come distinguere tra un individuo a cui stanno a cuore i suoi migliori interessi, da un altro la cui presunta amicizia la ricondurrebbe alla dipendenza. Impara a recuperare il proprio rispetto di sé ed a trovare sollievo dalla colpa. Impara come affrontre e risolvere le sfide che emergono nella vita di tutti i giorni e insegna anche come ricostruire le sue relazioni familiari. Questa è la vera riabilitazione. Restituisce a una persona la condizione in cui si trovava prima dell’uso di droghe e, a volte, anche in condizioni migliori.

Adesso capisci perché il programma Narconon è privo di farmaci. Vogliamo che le famiglie capiscano che nei centri di riabilitazione del Narconon esiste un’altra scelta che non prevede il mantenimento con il Suboxone o con il metadone. Per ulteriori informazioni, contattaci, sette giorni su sette.

AUTORE

Ugo Ferrando

Nel 1974 ha introdotto i metodi di miglioramento sociale di L. Ron Hubbard in Italia e da oltre un quarto di secolo è il portavoce del Narconon Sud Europa.

NARCONON ALFIERE

PREVENZIONE ALLA DROGA E RECUPERO DALLA TOSSICODIPENDENZA